Traduttore


Come utilizzare questo traduttore online?

E’ molto semplice: copia o scrivi il testo che desideri tradurre da un libro o da un sito, scegli la lingua target sul lato destro e fai click sull’icona con la lente d’ingrandimento. Non è necessario che tu conosca la lingua sorgente: la funzionalità di riconoscimento della lingua del traduttore la identifica in automatico. L’unica cosa che devi fare è scegliere la lingua target in cui desideri tradurre il testo.

Che cos’è la traduzione?

La traduzione è un processo durante il quale il traduttore riscrive il testo da una lingua sorgente a una lingua target mantenendo il significato originale. Una delle prime traduzioni fu quella ritrovata nel Sud-Ovest asiatico dell’Epopea di Gilgamesh, nel 2000 a.C.. Le traduzioni di modi dire (caratteristici della lingua, espressioni, frasi idiomatiche) sono spesso scorrette o comunque lontane dalla lingua target. Ciò può condurre a un’espansione della lingua target grazie a termini presi in prestito. Il lavoro del traduttore conferisce la forma a un vasto numero di lingue. Le lingue sono nella loro forma attuale grazie ai traduttori. E’ dagli anni quaranta che gli ingegneri stanno cercando la soluzione per realizzare traduzioni meccaniche, dal momento che quelle manuali risultano lente e complicate. Con la nascita d’internet, la traduzione si è ampiamente diffusa in tutto il mondo.

Quanto è affidabile e preciso questo traduttore?

Sappiamo tutti che ci sono molte espressioni idiomatiche e che usiamo molte parole che risultano poco chiare. Quando senti una frase vaga, puoi solo chiederti il significato corretto in quel contesto specifico. Sfortunatamente le macchine e i computer, per ora, non sono in grado di fare ciò. Inoltre, sebbene traducano le parole correttamente, non sempre sono in grado di creare frasi grammaticalmente corrette. Nonostante ciò, nella maggior parte dei casi siamo perfettamente in grado di comprendere il testo tradotto, e per questo dobbiamo ringraziare la tecnologia avanzata.

Chi ne ha bisogno?

Questo sito è stato creato perché le traduzioni online, veloci e gratuite, sono ancora necessarie. Ogni giorno centinaia di persone usa questo sito, al posto di un dizionario, per traduttore testi, frasi e parole. Se hai ricevuto una lettera in spagnolo, tedesco o in una qualsiasi altra lingua che non parli, o se sei interessato alle notizie internazionali o ad articoli in lingua straniera, potrai leggerli immediatamente utilizzando il nostro sito.

Come funziona?

Inizialmente i software di traduzione erano realizzati in maniera esattamente identica al modo in cui s’insegna una lingua. Per prima cosa, venivano registrate nel software le parole e le frasi e poi le regole grammaticali e le eccezioni. Il problema risiedeva nel fatto che esistono talmente tante lingue differenti ed eccezioni, che le traduzioni risultavano lente e imprecise. Per porre rimedio a ciò, i traduttore hanno iniziato a utilizzare l’intelligenza artificiale in modo che potessero attingere da traduzioni precedenti, siti web e articoli. Con il loro aiuto hanno tentato di identificare determinati modelli di testo per poi assegnare loro il significato più appropriato e la grammatica da essi utilizzata.


Il moderno traduttore è una figura indispensabile all’interno dei più svariati settori: dall’economia alla politica, dalla medicina alla giurisprudenza, dall’elettronica alla letteratura, senza parlare dell’industria cinematografica.
Ma da quando ne è stata riconosciuta l’imprescindibile necessità?
Sappiamo che nel 1976 l’Unesco ha emanato la cosiddetta “Raccomandazione sulla protezione Legale dei Traduttore, della Traduzione e degli strumenti pratici atti a migliorare lo Status dei Traduttore” Questo documento ha un grandissimo valore in quanto per la prima volta un organismo di fama internazione ha preso atto della necessità di tutelare una figura che ricopre un ruolo sempre più fondamentale all’interno del panorama culturale.

In questa carta vengono definite innanzitutto le terminologie specifiche dalla traduzione alla figura del ricevente o destinatario raccomandando agli Stati Membri di attuare tutte le misure al fine da tutelare e promuovere questa nuova figura professionale. Il fenomeno stesso della globalizzazione di conseguenza ha poi reso possibile tutto il resto: il continuo scambio di informazioni tra Nazioni, Enti, persone fisiche ha implicitamente contribuito a delineare la figura del traduttore e la necessità di fruibilità di informazioni e rapidità di ricezione hanno incrementato questo bisogno creando non solo una maggiore richiesta di traduttore in generale ma anche una differenziazione interna a partire dal settore specifico preso in considerazione.

Ecco che a loro volta i traduttore sono andati specializzandosi non soltanto su una determinata lingua ma anche su un determinato campo da tradurre in quella lingua.
Si pensi soltanto all’enorme numero di siti web che ogni giorno nascono qua e la nella rete e che probabilmente a lungo andare dovranno essere trasposti in nuove lingue per accogliere nuove fette di utenti; oppure si pensi a quante pubblicazioni ci sono o devono ancora nascere, intere saghe da tradurre, romanzi. Inutile poi menzionare il settore delle applicazioni per dispositivi mobili in continua espansione e che prima o poi, se riscuoteranno il successo sperato, dovranno essere rese comprensibili ali utenti di diverse nazionalità da quella di origine.

Quello della traduzione è un business che cresce in maniera esponenziale ed è soprattutto inarrestabile e il traduttore ricopre un ruolo di fondamentale importanza, ma anche di grande responsabilità, in qualità di intermediario che veicola messaggi da una cultura all’altra e sa che dovrà farlo tenendo conto di molti canoni, di gran lunga lontani da quelli della traduzione letterale parola per parola. Chi fa questo mestiere  oggi né conosce bene pregi e difetti: se da un lato si può lavorare in qualsiasi luogo con l’ausilio di un pc o di un tablet, sicuramente con costi molto ridotti e in maniera molto autonoma, dall’altro molte volte si lavora nell’anonimato. Oggi come oggi infatti, data la grande richiesta di traduzioni (che vanno da una singola parola in su) spesso si rischia di lavorare nell’invisibilità.

Nella maggior parte dei casi il nome del traduttore non viene menzionato e questo a volte può far sì che il professionista si senta per certi versi frustrato. Leggendo un saggio molto veritiero nel quale ci si può imbattere vagando per il web, Maria Antonietta Saracino, docente della facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza, parla di “solitudine del traduttore”; la Saracino si rifà al saggio di Lawrence Venuti intitolato “L’invisibilità del Traduttore” nel quale l’autore, egli stesso traduttore, rivendica il diritto della traduzione stessa di essere considerata opera. Un traduttore in effetti deve necessariamente inserire degli elementi in più rispetto all’opera sorgente per renderla adatta e comprensibile per la comunità di lettori di destinazione. Questo concetto va a ricollegarsi con il discorso di Eugene Nida che essendosi occupato di traduzioni di testi sacri si era reso conto della necessità della distinzione tra un’equivalenza formale e un’altra dinamica.

Con l’equivalenza dinamica entrano in gioco ulteriori capacità del traduttore che in parte esulano dalla conoscenza dei vocaboli di un determinato linguaggio e si appoggiano invece a fattori culturali. Egli infatti come traduttore biblico si era trovato più volte di fronte a particolari scelte linguistiche. Un esempio lampante: nella cultura Cristiana del Nuovo Testamento Gesù Cristo è spesso associato alla figura dell’”Agnello di Dio”.

Ora per gli occidentali il concetto di Agnello è facilmente comprensibile ed associabile ad un determinato essere vivente; Eugene Nida però aveva riscontrato la difficoltà di trasporre un concetto del genere a popolazioni non occidentali che per ragioni naturalistiche ambientali non avevano idea di cosa fosse un agnello e non per questioni di analfabetismo bensì perché in determinati habitat l’Agnello come animale , o più in generale la razza Ovina, non si è mai sviluppata. E’ da questo punto che entrano in gioco le geniali trovate di Nida: l’equivalenza dinamica permette al traduttore di trasmettere lo stesso concetto trasponendolo in una maniera che sia comprensibile ai destinatari autoctoni di differenti zone del mondo.

Prendiamo per esempio le popolazioni artiche per le quali Nida ha lavorato alla traduzione dei testi sacri cristiani per ben 24 anni; è chiaro che le popolazioni del luogo non avessero idea di cosa fosse un agnello visto che in quelle determinate condizioni climatiche ed ambientali non potrebbero mai svilupparsi; il nostro grande traduttore dunque, forte del concetto di dinamicità fa una scelta e al posto dell’agnello presenta una nuova figura più familiare per quelle etnie e che sicuramente sembrerà paradossale a chi legge: la foca. Mantenendo l’equivalenza tra concetti, pur cambiando gli oggetti egli è riuscito a far passare il messaggio anche a quelle persone; per questo motivo secondo Eugene Nida era impossibile fare una traduzione senza conoscere il contesto in cui andrà inserita.

Sicuramente al giorno d’oggi c’è ancora molto da traduttore e da adattare e forse considerando la crescita del settore, il traduttore, ormai divenuto un freelancer del web, dovrebbe cogliere i vantaggi di una professione tanto importante e allo stesso tempo molto più a misura d’uomo di tante altre, visto che spesso gli permette di gestirsi il suo lavoro da casa agendo secondo i propri criteri e le proprie competenze, ma senza tralasciare la necessità di essere ulteriormente riconosciuto a livello internazionale come colui che veicola un’opera contribuendo allo stesso tempo alla sua piena comprensione.


Che cosa rende un buon traduttore e come trovarlo

Essere tradotto da una lingua all’altra ha sempre avuto testi: Mentre era principalmente di traduzioni di scritti e traduzioni di poesie e favole di autori antichi in epoca antica e medievale religiose , oggi sono in aggiunta alla traduzione della letteratura in particolare le traduzioni di testi, discorsi e trattative per aziende, diplomatici d’affari e politici in primo piano.

Questo target è dipendente traduttore competente per nuovi clienti, potenziali clienti , partner commerciali e colleghi che presentano se stessi in modo ottimale. Inoltre, traduzione e interpretariato comunicazione in incontri e dibattiti politici enormemente semplificate.

Ma non è facile trovare un traduttore adatto, perché per effettuare la traduzione numerose sfide da superare. Ad esempio, il traduttore deve spesso di migliorare nella traduzione o trovare alternative adeguate per i giochi di parole e costruzioni complesse punti oscuri nel testo di partenza. Per fare questo, ha bisogno di un esperto, traduttore qualificato che può vantare le certificazioni, riferimenti e scrittura talento.

Translate with sanakirja